La Pace Fiscale è stata approvata!

7 Gennaio 2019
Posted in News
7 Gennaio 2019 LEXEQUA

La Pace Fiscale è stata approvata!

Approvata la finanziaria che rende finalmente operativa la “Pace Fiscale” così come promessa in campagna elettorale…o quasi.

Con la nuova Legge di Bilancio 2019 che prevede la “Pace Fiscale” le percentuali ci sono, le fasce sono tre e il conteggio va fatto sulla scorta dell’Isee, ma la domanda che in tutti ci si sta ponendo è: conviene?

La risposta semplice è ovviamente si: in qualunque caso si abbia la possibilità di regolarizzare la propria posizione pagando importi nettamente inferiori al dovuto attuale, si tratta di un’occasione da valutare con attenzione.

Per chi volesse un approfondimento rimandiamo al nostro articolo completo del 14/01/2019. Aggiornamento del 14/01/2019

Sulla carta il risparmio può essere effettivamente molto alto, con la fascia minima che prevede di dover saldare una quota pari a “solo” il 16% del tributo originale cui si sommerebbero alcune quote “ragionevoli”, con la possibilità di saldare il tutto in un’unica soluzione a Novembre 2019 (con quindi quasi 12 mesi per reperire il quantum) o in un numero massimo di 5 rate divise in 3 anni con un tasso di interesse decisamente ridotto.

Le fasce previste per la Pace Fiscale, che come già accennato sono tre, sono le seguenti:

  • ISEE fino a € 8.50016%
  • ISEE da € 8.501 a € 12.50020%
  • ISEE da € 12.501 a € 20.00035%

E per chi non rientra in queste fasce? Beh, in questo caso si potrà comunque sfruttare la rottamazione ter così come prevista fino ad oggi, con l’eliminazione di sanzioni ed interessi di mora e pagamento in 5 annualità

Ma quali vincoli ci sono? Nell’ottica di poter fare di questo un provvedimento tombale, la classe politica ha cercato di allargare la platea il più possibile, non inserendo limitazioni in base alle precedenti rottamazioni presentate, sia pagate che non, ma ribadendo che quanto già versato è oramai da dimenticare. Vi sono ad onor del vero alcune tipologie di tributo per le quali non è previsto il poter sfruttare questa procedura, ma la casistica è esigua e ben definita.

Cosa fare a questo punto? Semplicissimo, armarsi di pazienza e:

  • Controllare il proprio debito
  • Assicurarsi che le singole voci rientrino tra quanto “rottamabile”
  • Verificare il proprio ISEE
  • Capire in quale fascia si sarà ipoteticamente inseriti
  • Fare una valutazione economica del quantum dovuto
  • Effettuare una proiezione di pagamento per accertarsi di essere in grado di saldare il dovuto

Per chi ha tempo tutto questo è teoricamente semplice, ma in effetti anche costruire un castello lo è, si tratta solo di mettere l’uno sull’altro una serie di mattoni, no? Fare in modo che non crolli tutto è invece più complicato

Ma questo provvedimento significa la fine di Equitalia (ah già, non esiste più, ora esiste la nuova Agenzia delle Entrate – Riscossione, con gli stessi locali, gli stessi dipendenti e i poteri aumentati)? Di fatto no. E’ bene ricordarsi che per quanto possa rappresentare e in molti casi essere risolutivo, è stato concepito per i tributi passati a ruolo entro il 31/12/2017; restano quindi fuori quanto arrivato successivamente o che dovrà ancora essere notificato.

Il nostro consiglio è sempre quello di affidarsi a dei professionisti, in grado di pianificare una strategia che metta in condizioni non solo di risolvere il pregresso, ma di non creare nuovi debiti.

Le nostre strutture rimangono a disposizione per ulteriori informazioni e supporto.

 

Se ti è piaciuto il nostro articolo lasciaci un "mi piace" o condividi, grazie :)
, ,

Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, leggi l' informativa sui cookie

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close